IL DIVENIRE

IL DIVENIREPOTRA’ MAI ESSERCI QUALCOSA DI ULTIMO IN UN MONDO IN DIVENIRE?

Se potessi guardare la natura che in questo momento di primavera si manifesta alla Vita, se potessi davvero guardarla con occhi veri, mi accorgerei che mai un attimo si ferma e riposa. Ogni istante muta e si trasforma pur nell’apparente immobilità, ad ogni respiro lascia andare il vecchio per fare spazio al non ancora noto e così ad ogni momento si fa coppa dei doni che accoglie e poi lascia andare.

Quante volte invece io sono un seme che si apre e che subito rinsecchisce perché mi attacco alla nuova forma raggiunta, mi piace, mi ci identifico, divento tutt’uno con essa. E’ mia, sono io.

Recito un ruolo e lo divento. Madre, compagna, amica, donna, figlia, insegnante, essere eterno…mille e mille forme, tutte belle e interessanti nel loro divenire ma trappole mortali quando mi chiudo in una sola di esse.

Ti guardo seme che sbocci umile e potente nello stesso tempo e mi inchino a te per la lezione che oggi ho appreso con gratitudine.